Contaminanti derivanti da imballaggi e processi produttivi

Phytocontrol ha sviluppato le ultime generazioni di analisi di Mosh-Moah, ftalati, bisfenolo A e melammina

La nostra esperienza e la nostra strumentazione analitica di ultima generazione garantiscono un servizio efficiente e reattivo.

emballage contamination

I contaminanti derivanti da imballaggi e processi produttivi possono essere presenti in tutti i prodotti alimentari imballati e/o trasformati. Tra le sostanze più sensibili, Phytocontrol raccomanda in particolare il monitoraggio di:

  • Oli minerali MOSH MOAH
  • Ftalati
  • Bisfenolo A
  • Melammina

Phytocontrol ha sviluppato le ultime generazioni di analisi di Mosh-Moah, ftalati, bisfenolo A e melammina

La nostra esperienza e la nostra strumentazione analitica di ultima generazione garantiscono un servizio efficiente e reattivo.

I contaminanti derivanti da imballaggi e processi produttivi possono essere presenti in tutti i prodotti alimentari imballati e/o trasformati. Tra le sostanze più sensibili, Phytocontrol raccomanda in particolare il monitoraggio di:

  • Oli minerali MOSH MOAH
  • Ftalati
  • Bisfenolo A
  • Melammina

Oli minerali MOSH MOAH

Gli oli minerali (MOH) sono miscele complesse derivanti dal petrolio greggio. Sono costituiti da idrocarburi saturi di olio minerale (MOSH) e idrocarburi aromatici di olio minerale (MOAH). Gli oli minerali possono finire negli alimenti in varie fasi della produzione alimentare, in modo intenzionale (additivi alimentari e pesticidi) o non (lubrificanti, prodotti per la pulizia, ecc.). Contengono MOH: gli inchiostri da stampa, le colle, gli additivi ed i coadiuvanti tecnologici presenti negli imballaggi di carta, cartone e plastica, ma anche nei sacchi di iuta e di sisal. Il cartone e gli imballaggi, in particolare quelli prodotti con carta riciclata, restano tuttavia una delle principali fonti di migrazione degli oli minerali negli alimenti.

Il metodo sviluppato in laboratorio è realizzato mediante LC/GC/FID e consente la ricerca dei MOSH/POSH e dei MOAH da C10 a C35 con limiti di quantificazione compresi tra 0,2 e 1 mg/kg a seconda del prodotto.

Ftalati

Gli ftalati sono composti chimici derivati dall’acido ftalico. In particolare, si trovano nelle pellicole di plastica e sono inoltre incorporati come fissatori in numerosi prodotti cosmetici.

Il metodo sviluppato da Phytocontrol tramite GC-MS/MS consente di ricercare 26 Ftalati e altri plastificanti nelle bevande alcoliche, nel latte, nelle bibite e nei succhi di frutta e di verdura con limiti di quantificazione INEDITI, sempre entro termini reattivi di 3-5 giorni lavorativi.

Non trovi le informazioni di cui hai bisogno?


Contattaci

Bisfenolo A

Il bisfenolo A (BPA) è una sostanza chimica utilizzata principalmente in combinazione con altre sostanze chimiche per la fabbricazione di plastiche e resine.

Phytocontrol determina il tenore di Bisfenolo A nei prodotti alimentari mediante LC-MS/MS con un limite di quantificazione di 0,005 mg/kg.

Melammina

La melammina è un composto chimico generalmente utilizzato nella produzione di materiali di plastica, di rivestimento di lattine, di carta e di cartone, ma anche nella fabbricazione di piatti e utensili da cucina. Phytocontrol determina il tenore di Melammina nei prodotti alimentari destinati all’uomo (compresi gli alimenti per l’infanzia) e nei mangimi, con un limite di quantificazione di 0,1 mg/kg. Ai sensi del regolamento UE n° 594/2012 che modifica il regolamento UE n° 1881/2006, il tenore massimo di melammina è di 1 mg/kg per i preparati a base di latte in polvere per lattanti e di 2,5 mg/kg per gli altri alimenti.

Regolamento (UE) n° 10/2011 della Commissione del 14 gennaio 2011 (e successive modifiche) riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari.

Per approfondire

Melammina

  • La melammina è un prodotto chimico intermedio utilizzato nella produzione di resine e plastiche. I testi europei che definiscono i limiti per questo composto sono il regolamento (UE) n° 594/2012 della Commissione del 5 luglio 2012 che modifica il regolamento (CE) n° 1881/2006 per quanto riguarda i tenori massimi di ocratossina A, PCB non complanari e melammina nei prodotti alimentari. Il regolamento (UE) n° 107/2013 della Commissione del 5 febbraio 2013 che modifica l’allegato I della direttiva 2002/32/CE del Parlamento europeo e del Consiglio riguardante i tenori massimi di melammina negli alimenti in conserva per animali da compagnia.

Perché scegliere Phytocontrol

P.C.R.A. : Phytocontrol è un progetto tecnologico e umano che risponde alle sfide sociali di sicurezza delle acque e dei prodotti alimentari con prossimità, competenza, reattività e affidabilità. Il Laboratorio offre le soluzioni più affidabili, innovative ed ecoresponsabili per garantire le migliori competenze europee. All’avanguardia della tecnologia, Phytocontrol sviluppa il proprio sistema di informazione attraverso un data center di ultima generazione e apporta innovazione grazie al sistema di tracciabilità del trasporto del campione. L'anticipazione rappresenta la filosofia di Phytocontrol, il cui obiettivo è essere sempre un passo avanti!

Prossimità

Siamo disponibili
ovunque in Francia

Competenza

L'analisi dei contaminanti: il nostro storico know-how

Reattività

Garantiamo la
disponibilità dei risultati
di analisi di routine in 2-6 giorni

Affidabilità

Svolgiamo le nostre ricerche
con l'intento di fornire
la massima affidabilità analitica